SIMTI FLASH NEWS
Iscriviti
SFN | 6 2018 23/11/2018
SFN | 5 2018 19/10/2018
SFN | 4 2018 10/08/2018
SFN | 3 2018 15/06/2018
SFN | 2 2018 18/04/2018
SFN | 1 2018 15/02/2018
SFN | 6 2O17 15/12/2017
SFN | 5 2O17 12/10/2017
SFN | 4 2O17 10/08/2017
SFN | 3 2O17 26/06/2017
SFN | 2 2O17 13/04/2017
SFN | 1 2O17 24/02/2017
SFN | 6 2016 19/12/2016
SFN | 5 2016 26/10/2016
SFN | 4 2016 03/08/2016
SFN | 3 2016 24/06/2016
SFN | 2 2016 01/05/2016
SFN | 1 2016 18/02/2016
SFN | 6 2015 11/12/2015
SFN | 5 2015 21/10/2015
SFN | 4 2015 03/08/2015
SFN | 3 2015 23/06/2015
SFN | 2 2015 29/04/2015
SFN | 1 2015 27/02/2015
SFN | 6 2014 17/12/2014
SFN | 5 2014 23/10/2014
SFN | 4 2014 01/08/2014
SFN | 3 2014 16/06/2014
SFN | 2 2014 11/04/2014
SFN | 1 2014 14/02/2014
SFN | 6 2013 18/12/2013
SFN | 5 2013 25/10/2013
SFN | 4 2013 07/08/2013
SFN | 3 2013 26/06/2013
SFN | 2 2013 28/04/2013
SFN | 1 2013 13/02/2013
SFN | 5 2012 14/12/2012
SFN | 4 2012 05/10/2012
SFN | 3 2012 25/07/2012
SFN | 2 2012 04/05/2012
SFN | 1 2012 27/03/2012
SIMTI Flash News

 

 

n.ro 4_2014 

SIMTI Flash News   luglio| agosto 2014

 

 

 

DALLA  LETTERATURA

 

ü  L’ aptoglobina

L’aptoglobina (HP) è un test di grande ausilio nella fase diagnostica e nel monitoraggio delle anemie emolitiche: quando è ridotta ci aiuta individuare anche le forme di emolisi compensata. Si tratta di una alfa-2 glicoproteina prodotta dal fegato, in grado di legare in brevissimo tempo l’emoglobina libera che viene rilasciata nel processo di distruzione dei globuli rossi. L’HP ha quindi un importante ruolo fisiologico, che è quello di proteggere l’intero organismo dai danni legati alla caduta dell’acido nitrico, che viene spiazzato da parte della Hb libera. Quando la capacità di legame della HP con l’Hb libera viene superata, possiamo assistere infatti a fenomeni trombotici generalizzati e a gravi effetti tossici sulla muscolatura liscia multiorgano. Anche per l’HP, come per ogni test diagnostico, è  però opportuno conoscerne i limiti al fine di evitare di cadere in errori diagnostici interpretativi. Un primo limite del test sta nel fatto che esso non è di aiuto nel distinguere, da solo, le emolisi da causa intravascolare ed extravascolare.   Inoltre l’HP può risultare diminuita anche in assenza di fenomeni di emolisi in vivo: ciò accade frequentemente nel paziente cirrotico, nella sarcoidosi e nell’iperestrogenismo. Il trasfusionista attento la noterà in caso di marcata emodiluizione e dopo trasfusione massiva. Molto più banalmente dovranno essere esclusi possibili artefatti ‘in vitro’: è il caso dell’’emolisi in provetta indotta da prelievo difficoltoso. L’aptoglobina può però anche essere aumentata: è quello che può verificarsi nell’infiammazione, nell’ipersplenismo, nella anemia megaloblastica e in corso di terapie con androgeni e corticosteroidi. Shih et al: Haptoglobin testing in hemolysis. Measurement and interpretation. Am J Hematol. 89: 443-447, 2014. DOI:10.1002/ajh.23623.

 

ü  Emolisi da Ceftazidime

L’analisi dei report in letteratura identifica in 130 i farmaci che sono risultati implicati in casi di anemia emolitica autoimmune (DIIHA, Drug Induced Immune Hemolytic Anemia).  I casi più frequenti sono associati all’uso di alcuni antibiotici, in particolare della piperacillina, del cefotetan, e del ceftriaxone.  Relativamente al Ceftazidime, uno dei farmaci più utilizzati in clinica, fino ad oggi solo tre sono le segnalazioni in letteratura di anemia emolitica ad esso correlata. Recentemente si è aggiunta però una quarta segnalazione: il caso è stato documentato su un paziente di 77 anni che, in seguito al trattamento col farmaco per una forma di bronchite, aveva sviluppato una severa anemia emolitica.   Fei et al, Severe drug-induced immune haemolytic anaemia due to ceftazidime. , Blood Transfusion DOI 10.2450/2014.0237-13

 

 

ü  Le  immunoglobuline e gli eventi trombotici

Nel 2010 negli USA venne osservato un evento avverso particolarmente severo in seguito alla somministrazione endovenosa di Immunoglobuline (IVIG) che, come è noto, vengono preparate a partire da pool di plasma di migliaia di donatori. Anche se la possibilità di eventi avversi di tipo trombotico in seguito alla somministrazione di IVIG sia noto e descritto fin dal 2003, in questo caso non solo l’ evento trombotico si rivelò fatale, ma l’attenzione fu attirata dal fatto che in quel periodo per quel lotto farmaceutico fu osservato un cluster di eventi trombotici (ictus e infarto miocardico) . L'FDA (Food and Drug Administration), organismo regolatorio  statunitense, lanciò una serie di indagini sul prodotto, misurando la capacità di generare la trombina e confrontando i valori in lotti diversi. Il primo risultato dello studio è stata la conferma che diversi lotti di IVIG mostravano una diversa velocità di formazione della trombina (maggiore nel lotto incriminato) e che quindi il test di generazione della trombina era in grado di identificare quali lotti fossero potenzialmente più trombogenici: da questi dati sul mercato statunitense furono ritirati 31 lotti di IVIG.  Successivamente venne anche identificata nel fattore coagulativo XIa la proteina che causava l'inquinamento trombogenico. Ciò ha permesso di testare direttamente numerosi lotti e migliorare la sicurezza dei controlli sui prodotti stimolando la World Health Organization (WHO) a proporre che questi tests vengano effettuati nel resto del mondo. -  http://blogs.fda.gov/fdavoice/index.php/2014/06/finding-the-cause-of-thrombosis-in-some-immunoglobulin-treatments/#sthash.La3n4UcX.dpuf

 

ü  Don’t bogart that joint …..

Joint, Mary Jane, Acapulco Gold, Sinsemilla... solo alcuni dei sinonimi con cui viene chiamata popolarmente la marijuana. Derivata dai fiori e dalle foglie della Cannabis sativa, viene oggi utilizzata in svariate patologie per i suoi molteplici effetti benefici. Per citare le applicazioni e proprietà più consolidate: la riduzione della spasticità nella sclerosi multipla, la attenuazione della  nausea da chemioterapia e la riduzione del dolore e della infiammazione in numerose patologie. Molto apprezzata anche dai giovani, per motivi di pura ricerca del piacere: il 12% della popolazione statunitense riferisce di averne fatto uso occasionale o più o meno costante. L’effetto benefico in senso farmacologico e la facilità con cui la si può procurare, nonostante le leggi, non deve però abbassare il livello di giudizio su questa sostanza poichè quando l’uso non rimane occasionale ma diventa invece protratto o  massivo, ha dimostrato essere in grado di determinare importanti effetti avversi: dati avvalorati da studi con alti livelli di confidenza statistica. L’uso continuo della marijuana può infatti portare (nel 9% dei soggetti studiati) ad una vera dipendenza dalla sostanza: in questi casi è predominante l’associazione con un sentimento generale di insoddisfazione e, nei giovani, con l’abbandono degli studi scolastici. Nei casi in cui l’ abuso è protratto si possono inoltre osservare: decadimento della memoria a breve termine, difetti di coordinazione motoria, alterazione della percezione del rischio legato a rapporti sessuali rischiosi, e anche segni di psicosi.  Chi afferma tutto ciò? La più prestigiosa rivista medica: il New England Journal of Medicine. Volkow et al: NEngJMed 2014;370:2219-27. DOI:10.1056/NEJMra1402309.

 

 

LA  SALUTE  DEL  DONATORE

 

ü  It’s ok an egg a day  ?

Un uovo contiene circa 186 grammi di colesterolo, quasi tutto concentrato nel tuorlo. Gli studi clinici dimostrano che l’ assunzione giornaliera totale di colesterolo non dovrebbe eccedere i 300 mg nel soggetto sano e i 200 mg nel soggetto affetto da malattia cardiovascolare.  L’introduzione giornaliera di anche un solo uovo va quindi molto vicina al limite ideale della assunzione di colesterolo ed è quindi opportuno sapere che, se anche accettabile, contemporaneamente è preferibile limitare l’assunzione di altri cibi ad alto contenuto di colesterolo, obiettivo raggiungibile limitando la carne e i latticini e alternandoli con frutta e verdura. 

·         Zazpe I, et al. Egg consumption and risk of cardiovascular disease in the SUN Project. European Journal of Clinical Nutrition. 2011;65:676.       

·         Large egg, whole, raw, fresh. USDA National Nutrient Database for Standard Reference, Release 24. http://www.nal.usda.gov/fnic/foodcomp/search. Accessed Oct. 20, 2011.

 

ü  La vaccinazione antitetanica

Il batterio che causa il tetano è presente ovunque, e l'infezione può essere contratta anche attraverso le normali abitudini estive come le grigliate all'aperto e le escursioni nella natura: una semplice escoriazione può costituirne la sede di ingresso.  La comune vaccinazione DiTePer (difterite, tetano, pertosse)  è altamente protettiva nella prevenzione del tetano nei bambini: è raccomandata nei primi mesi di vita, con richiamo entro i due anni e con un booster a 4 anni di vita.   La protezione però decresce nel corso degli anni, e anche gli adulti necessitano di un richiamo: è sufficiente ogni 10 anni. Il vaccino raramente dà effetti collaterali, e non influenza le attività quotidiane. Il donatore che effettua il richiamo della vaccinazione antitetanica viene sospeso dalla donazione per 48 ore. CDC:  Recommended Immunizations for Adults

 

 

NUOVE  RACCOMANDAZIONI IN  USCITA  

 

Saranno a breve disponibili  i documenti che riportano i risultati prodotti dai  Gruppi di Lavoro  misti:

ü  RACCOMANDAZIONI  PER LE STRATEGIE TRASFUSIONALI NELLE EMOGLOBINOPATIE   (SIMTI – SITE)

ü  RACCOMANDAZIONI  PER LA TERAPIA TRASFUSIONALE IN NEONATOLOGIA   (SIMTI – SIN)

 

Entrambi i testi sono alla validazione del Consiglio Direttivo che  stabilirà anche le modalità di divulgazione.

Consultate sempre il nostro sito per  le novità relative alla promozione di questi nuovi e indispensabili strumenti di lavoro e di aggiornamento scientifico.

Si ringraziano i colleghi di entrambi i gruppi  per aver messo a disposizione della società scientifica il loro impegno e la loro professionalità.

 

 EVENTI  SCIENTIFICI  IN CALENDARIO

 

3-5  Settembre 2014

The Hague  Netherlands

1st European Conference on Donor   Health and Management

www.ecdhm.org

9-10 Settembre 2014

Napoli

La Medicina Trasfusionale in Oncologia

www.istitutotumori.na.it

24 Settembre 2014

Lecco

Malattie  trasmissibili con la trasfusione

www.simti.it

2 – 4 Ottobre 2014

Trieste

XXI Congresso Nazionale AIBT

http://www.theoffice.it/itcongressi/story$data=congressi&num=1379

3-5 Ottobre 2014

Bari

BIC - Bari  Conference  of the    International Society for Thrombosis and Haemostasis

www.isth.org

8-11 Ottobre 2014

Gargnano

sul Garda

Diagnosis And Prognosis: Clinical Research Workshop

chalmers@unimi.it

24 Ottobre 2014

Philadelphia 

PBM Workshop

www.aabb.org

25-28 Ottobre 2014

Philadelphia 

Annual Meeting AABB

www.aabb.org

 

 

Aperta la  “FAD POST RIMINI 2014
“Aggiornamenti in Medicina Trasfusionale” (12 crediti ECM)

 

E’  stato pubblicato il 30  luglio scorso  il nuovo corso di formazione a distanza (FAD)  della SIMTI.
Tutti i partecipanti al 41° Convegno Nazionale SIMTI hanno ricevuto sulla loro casella di posta elettronica il codice gratuito per richiedere le password  di accesso al corso in maniera automatica.

La FAD è comunque aperta a tutti anche ai non congressisti dietro versamento di una quota di iscrizione come sotto riportata:

Gratuita per i partecipanti al Convegno  /  euro 30,00 soci/affiliati SIMTI  /   euro 120,00 non soci/non affiliati  SIMTI

Per qualsiasi informazione o chiarimento la Segreteria Nazionale resta a disposizione.

 

Corso FAD  Post Rimini 2014 (link)

 

FAD 2014

”La raccolta di sangue e degli emocomponenti”

 

E’ ancora in via di sviluppo questo  secondo ed importante corso FAD che  ha richiesto più tempo  del previsto ai relatori per la produzione  degli approfondimenti, e un  maggior impegno ai revisori per la verifica e la validazione dei testi.

Il corso  “ la Raccolta di Sangue ed Emocomponenti” sarà diviso in 6 moduli, per un totale di 18 ore di lezione, più 9 ore di approfondimenti.

Resta connesso al nostro sito e leggi sempre le nostre News per sapere quando diventerà attivo.

 

  3 - come navigare all’interno del sito  www.simti.it    

 

Terza informativa su come navigare all’interno delle singole  sezioni del nostro  sito:

ü  SOCI > ASSEMBLEE NAZIONALI & REGIONALI

Nella sezione   soci del sito, è possibile trovare le convocazioni ed i verbali di tutte le sedute di assemblea nazionale, ma anche delle singole regioni.   Questa sezione è importante per avere una visione aggiornata di quanto accade a livello regionale . E’ un’area riservata, quindi è richiesta  la LOGIN

ü  AFFILIATI > ASSEMBLEE DI SEZIONE & Coordinamenti

In questa sezione, analogamente, Infermieri e Tecnici possono trovare pubblicati i verbali delle sedute del Coordinamento, ma anche delle Assemblee con le relative convocazioni. Questa area è riservata e necessita di LOGIN

ü  NEWS EMOVIGILANZA

Pubblicate in homepage  in rosso, ci sono gli ‘alert’ segnalati dal Centro Nazionale Sangue,  che poi vengono archiviati anche all’interno dell’Archivio NEWS divise per categoria e con i relativi allegati.

Quando non ci sono  alert  attivi  il banner laterale a dx nella homepage del sito www.simti.it  scompare temporaneamente.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Facebook : posta dal tuo profilo personale con un ‘mi piace’

 

NOTIZIE ASSOCIATIVE

 

ü  ELEZIONI NAZIONALI 2014

Nelle singole sezioni  SOCI >assemblee nazionali  e AFFILIATI >assemblee di sezione sono stati pubblicati i dati di dettaglio delle ultime votazioni nazionali, tenutesi a Rimini.

ü  CONSULTA NAZIONALE SIMTI

Si terrà a Bologna il 17 ottobre prossimo la consueta riunione annuale del Consiglio Direttivo con tutti gli organi sociali della SIMTI.   Appuntamento importante per fare il punto sulle attività dell’anno che sta per concludersi e per presentare il nuovo piano formativo ed i progetti per il 2015.  Tutti gli interessati, Delegati Regionali e componenti i Collegi  e Coordinatori Nazionali delle  Sezioni Affiliati  riceveranno  convocazione con programma.

ü  RINNOVO DELEGAZIONE MARCHE 2014-2018

Il 3 settembre 2014 ad Ancona si terrà l’Assemblea dei soci della regione  Marche per il rinnovo della Delegazione.

Anche coloro che non  saranno presenti potranno comunque esprimere il loro voto, attraverso la delega inviata con l’ordine del giorno. La convocazione e il modulo di delega  sono  presenti e scaricabili anche sul sito nella sezione SOCI > ASSEMBLEE REGIONALI > MARCHE

 

Redazione Newsletter

 

Proposte, suggerimenti e informazioni sui contenuti della Newsletter  :
Alessandra Berzuini  - Delegato Regione Lombardia
:    berzuini_lom@simti.it

Roberta Frisenda – Segreteria Nazionale:    roberta.frisenda@simti.it

 

 

Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia

Italy – 00185 Roma |-  via Principe Amedeo 149, scala D  | Tel + 39 064452669- 064452751 – Fax +39 064441439

 

 

I nostri Sostenitori

                                                              

r

 

 

Per rimuovere il nominativo dal nostro indirizzario clicca qui.

Copyright  2014 SIMTI  | Tutti i diritti sono riservati